AUA4

AUA – Autorizzazione Unica Ambientale

Le competenze di greenLab relative alla sostenibilità ambientale non si fermano soltanto alla progettazione edile o alla programmazione territoriale, ma entrano nel merito anche delle autorizzazioni ambientali che recentemente hanno visto una svolta epocale con l’adozione del procedimento per le Autorizzazioni Ambientali.
Con il Dpr 13 marzo 2013 n. 59 è stata introdotta l’Autorizzazione Unica Ambientale che incorpora in un unico titolo 7 autorizzazioni ambientali,

  1. Autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  2. Comunicazione preventiva di cui all’articolo 112 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i., per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
  3. Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all’articolo 269 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  4. Autorizzazione generale per particolari stabilimenti di cui all’articolo 272, comma 2, del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.;
  5. Comunicazione o nulla osta per l’impatto acustico di cui all’articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge n. 447 del 26/10/1995;
  6. Autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all’articolo 9 del d.lgs. n. 99 del 27/01/1992;
  7. Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del d.lgs. n. 152/2006 e s.m.i.

A queste si possono aggiungere altri permessi provenienti da normative Regionali.
Le piccole e medie imprese, come definite dal Dm 18 aprile 2005, e gli impianti non soggetti alla disciplina dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) sono ormai tenute a richiedere l’AUA per il rilascio, il rinnovo o l’aggiornamento di uno o più dei 7 titoli abilitativi sopraelencati.
La richiesta deve essere eseguita on-line allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune di appartenenza, tramite portali comunali istituiti da Comuni od Unione di Comuni oppure portali regionali come www.muta.servizirl.it per Regione Lombardia. Nel portale viene richiesta la compilazione di un modulo con tutte le informazioni e una serie di allegati obbligatori. Una volta inviata la richiesta, il Suap inoltra la documentazione alle Autorità competenti che adottano il provvedimento finale entro 90 giorni salvo richieste di integrazione e lo ritrasmettono al Suap che rilascia il titolo. Le spese e i diritti dovuti rimangono quelli previsti per i vari provvedimenti singoli, più eventuali diritti di istruttoria.
La durata di questa Autorizzazione è di 15 anni dalla data di rilascio e il rinnovo deve essere richiesto almeno 6 mesi prima della scadenza.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + 9 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>